Associazione culturale musicale

Capo verde

Adeus Rudy

 

Un grande lutto ha colpito la nostra associazione.

 

Fra Silvino e Bequer uno degli insegnanti della scuola a Mindelo, ci hanno segnalato l’uccisione da parte della polizia locale di Rudy, un ragazzo di 18 anni che suonava il violino e faceva parte dell’Orchestra Sabe Sebim

Siamo senza parole.

Qui potete leggere l’articolo che racconta l’accaduto

IMG_0623       IMG_0622

Bem Tocà – Il Baule dei Suoni a Capo Verde

Bem Tocà: una scuola di musica nelle isole di Capo Verde”

Il progetto prevede la promozione dello sviluppo della cultura e dell’arte come strumenti di comunicazione, consapevolezza, emancipazione e autonomia economica. Favorire lo sviluppo delle competenze musicali e pedagogiche che possano offrire alle nuove generazioni occasioni di promozione personale e  socio -economica  che riesca a mantenerle nella loro terra di origine.

I motivi

“La musica di insieme non è competizione, ma momento di crescita, confronto e arricchimento. Nell’esperienza di gruppo si sente il sostegno degli altri, si impara ad accorgersi degli sforzi altrui e a cogliere i valori importanti della vita concreta di ogni giorno. Finchè questa passione per la musica ci motiverà, continueremo a suonare (i nostri genitori non hanno ancora smesso!)”.-

E’ il manifesto ideale dell’Associazione Culturale Baule dei Suoni. A Capo Verde questa filosofia  si è sposata  con  la naturale inclinazione e sensibilità musicale che i ragazzi di quelle terre possiedono,  e che attende solo di essere scoperta e valorizzata per il desiderio e la speranza di sviluppare le proprie capacità.

Obiettivi generali

• Favorire lo sviluppo di comunità inteso come incremento delle capacità dei suoi membri di progettare in modo partecipato il proprio futuro sociale, per promuovere una crescita sia culturale che imprenditoriale;

• Stimolare la diffusione di un metodo didattico pedagogico-musicale a cui dare continuità nel tempo, allo scopo di:

• favorire lo sviluppo delle capacità creative ed espressive nei giovani;

• promuovere autonomia e responsabilità individuale e sociale;

• favorire la consapevolezza di sé come soggetti capaci di produrre cambiamento;

• sondare le competenze e le abilità dei giovani;

• favorire la socializzazione e il senso comunitario;

• Promuovere la formazione di formatori locali che siano in grado di garantire la continuità al futuro del progetto:

• Favorire la promozione sociale dei giovani per prevenire situazioni di disagio;

• Costruire un solido accordo di collaborazione con le istituzioni e le associazioni locali, per favorire una loro graduale presa in carico del progetto;

• Analizzare le possibili condizioni di sviluppo socio-economico rispettose delle tradizioni e della tutela dell’ambiente e coerenti rispetto ai principi di sostenibilità ambientale.

• offrire possibili sbocchi occupazionali.-

 

Le azioni

LA SCUOLA

l’obiettivo di questi prossimi annua è quello di sostenere l’apertura nella città di Mindelo (Isola di Sao Vicente) di una nuova scuola di musica nel problematico quartiere di COVA, sul modello di quelle già avviate precedentemente nella periferia della stessa Mindelo a Craquinha e Pedra Rolada e sull’isola di Sant’Antao con la medesima finalità di accogliere ed avvicinare alla musica bambini e ragazzi appartenenti a famiglie disagiate spesso costretti a vivere per strada.

 

Il METODO PEDAGOGICO MUSICALE: caratteristica originale e peculiare dell’intervento

il particolare metodo di insegnamento musicale, originalmente applicato nei contesti “occidentali” è stato adeguato alla particolare realtà locale. Obiettivo concreto di questo progetto è la realizzazione , grazie all’esperienza dei tecnici del “baule”, dei maestri che si stanno formando a CV e dallo studio e rispetto delle tradizioni locali , di un testo didattico musicale – pedagogico , che rimarrà patrimonio della locale scuola e quale strumento e supporto didattico per il futuro sarà garanzia di continuità e qualità dell’insegnamento.

LE ORCHESTRE SABE SEBIN : conseguenza naturale del metodo e della filosofia che anima il Baule dei Suoni è la nascita di gruppi musicali. Per sua natura il suonare insieme non pone limiti numerici o di abilità, configurandosi quindi come ambito d’elezione per interventi di tipo educativo e promozionale con soggetti disagiati.-

I CONCERTI : sono lo strumento per promuovere nella realtà locale l’attività del centro, attirare nuovi ragazzi ad iscriversi alla scuola, dare gratificazione ed autostima ai musicisti e diventano il veicolo di visibilità verso l’Amministrazione e verso i partner del luogo (camera municipal, espacio jovem..)

LA LIUTERIA : L’Oficina Casa Dada risulta pienamente inserita nel progetto BEM TOCA, sia nel settore musicale che nel settore artigianale a sbocco imprenditoriale.

Le metodologie

1. La continuità. Abbiamo scelto di collaborare con partner locali che da anni hanno investito nell’innovazione e hanno la chiara intenzione di durare nel tempo, in particolare Espaço Jovem come referente sul territorio e con AMSES, associazione laica di sostegno ai frati cappuccini italiani. Abbiamo scelto di investire in personale italiano esperto che sarà presente periodicamente per monitorare l’andamento delle varie fasi del progetto darne solidità e unitarietà.

2. La specializzazione. Abbiamo individuato esperti nel campo formativo-musicale che siano motivati a investire dal punto di vista personale e che hanno garantito la continuità nel tempo. Questo sia per monitorare l’andamento del progetto, sia per rispettare un’ impostazione scientifico-pedagogica: l’insegnamento musicale segue un metodo originale introdotto da Giulia Cavicchioni già nelle attività del Baule dei Suoni a Como. Un metodo che avvicina i più piccoli attraverso il gioco e la narrazione di storie fantastiche dove i personaggi, gli animali e le cose sono animate dal suono degli strumenti, dal ritmo e dal canto. È l’inizio di un’esperienza musicale che non privilegia la teoria e la tecnica, ma educa alla memoria dell’udito perché si impara a suonare senza dipendere dallo spartito, si impara ad ascoltare chi suona accanto e a sentire le sue emozioni. Le lezioni sia per principianti sia per i più esperti sono organizzate in piccoli gruppi: così si impara presto a suonare insieme. Si formano gruppi musicali in cui nascono legami di amicizia, di stima piuttosto che ansie da competizione o prestazione.

2. I formatori locali. L’investimento nei formatori locali è uno degli obiettivi prioritari, simbolicamente presentato dal metodo pedagogico che il progetto intende trasmettere ai giovani maestri. Sono i punti di riferimento per il futuro del progetto e sono i giovani sui quali si punta per collaborare allo sviluppo delle azioni imprenditoriali.

Destinatari finali dell’intervento

-Bambini/e e ragazzi/e di Mindelo (isola di Sao Vicente) che vivono in condizioni di disagio famigliare, economico e sociale.

-Giovani capoverdiani che condividono le finalità del progetto e che desiderano impegnarsi in attività di formazione per poter insegnare nelle scuole del progetto

– Indirettamente le famiglie dei ragazzi interessati.-